I telecontrolli gsm/gprs

 

La possibilità di utilizzare la rete gsm/gprs per compiere azioni a distanza o per ricevere informazioni da una località remota, ha consentito la realizzazione di nuovi ed originali strumenti di tele-controllo. A supporto di idee ed implementazioni innovative, è stata realizzata una famiglia di circuiti elettronici flessibili e maneggevoli: i telecontrolli gsm/gprs.

 

I telecontrolli gsm/gprs sono dispositivi bidirezionali, cioè in grado scambiare (ricevere e trasmettere) informazioni a distanza mediante sms, chiamate telefoniche e connessioni dati gsm/gprs, dotati di ingressi e di uscite per interagire con il mondo circostante.

 

 

Home

Telecontrolli gsm e gprs

     compact-alarm

     mini-slim

     video-alarm

     big-compact sd-usb tts-dtmf

     interfacce seriali per gsm esterno

Telecontrolli gsm-gprs con GPS

Telecontrolli via rete

Wireless short-range

Accessori

Esempi applicativi

Prodotti e Servizi

Acquisti on-line

Contatti

 

Orientamento alla scelta - Guida rapida

 

La scelta di un telecontrollo è determinata dalla quantità e dal tipo di interazione a distanza che si intende effettuare con l'ambiente remoto; in base a queste esigenze occorre dunque definire il numero ed il tipo di ingressi ed uscite necessarie ed individuare il modello che implementa le funzionalità richieste.

 

Le uscite sono segnali elettrici della scheda di telecontrollo, che possono essere attivati e disattivati dall'utente in vario modo (mediante messaggi sms, squilli di telefono ed altro); queste operazioni in genere si traducono nell'attivazione e disattivazione di uno o più interruttori elettrici (relè) che accendono e spengono uno o più carichi elettrici (es. una elettrovalvola, una stufa elettrica o a pellets, un irrigatore, un computer, un cancello elettrico...).

 

Alcuni modelli (compact alarm) sono dotati di 5 uscite; i modelli big (big-compact relè-usb) raddoppiano il numero delle uscite (10, di cui 8 comandabili via sms e 2 mediante squilli gratuiti) mentre i modelli "mini" hanno un numero inferiore di uscite, un relè integrato e due uscite aggiuntive (mini-slim).

 

Le uscite possono essere pilotate in modalità on/off e/o impulsiva, in modalità temporizzata (quasi tutti i modelli) ed in modalità contemporanea (solo modelli big); in alcuni modelli alcune uscite sono dedicate a funzioni specifiche, ad es. la funzione termostato per il tele controllo di caldaie per il riscaldamento domestico (modello mini-slimcompact-alarm), la funzione apri-cancello per l'attivazione di una elettro-serratura (modello mini-slim).

 

Gli ingressi delle schede di telecontrollo invece sono punti d'accesso preposti all'acquisizione di segnali esterni e possono essere di tipo digitale o di tipo analogico. Gli ingressi digitali sono in grado di rilevare una condizione binaria (stato alto/stato basso, porta aperta/porta chiusa, dispositivo acceso/spento...) mediante la connessione di dispositivi meccanici esterni passivi (interruttori, pulsanti, contatti magnetici...) o di segnali elettrici a basso voltaggio; sono perciò utili per rilevare un evento (l'apertura/chiusura di una porta/finestra, l'accesso di un varco, la presenza/assenza di una persona...) o la presenza/assenza di una tensione esterna (ad es. la rilevazione dell'assenza di rete elettrica e la generazione di un allarme di black-out).

 

Tutti i modelli di telecontrollo hanno 4 ingressi digitali con i quali è possibile implementare un sistema d'allarme; particolarmente orientati a quest'uso sono i modelli compact alarm, video-alarm (che ha anche la foto-video camera, con la quale registrare foto e filmati ed effettuare videochiamate).

 

Gli ingressi analogici (detti anche adc) consentono invece di acquisire il valore di una tensione variabile e dunque sono particolarmente indicati per interfacciare sensori di vario tipo (temperatura, pressione, umidità...) che hanno una tensione d'uscita proporzionale alla grandezza fisica misurata, o per monitorare direttamente una tensione (ad es. lo stato di carica di un accumulatore, una batteria...). Gli ingressi adc inoltre possono essere configurati dall'utente per la generazione di un allarme analogico (un sms di alert) se una grandezza fisica monitorata supera per eccesso o per difetto un valore di soglia impostabile (eccesso di temperatura, eccesso di umidità, segnalazione di batteria scarica...).

 

I modelli di telecontrollo dotati di ingressi adc sono i big-compact relè-usb; implementano una funzione di interfacciamento molto evoluta, detta smart, che consente di adattare la lettura a qualsiasi tipo di sensore, anche non lineare.

Nei modelli dotati di funzione termostato, è presente anche un sensore di temperatura integrato, collegato ad uno degli ingressi adc.

 

Tutti i modelli di telecontrollo descritti sul sito possono essere dotati di batteria al litio ricaricabile, che consente autonomia di funzionamento anche in assenza di alimentazione esterna; possono perciò essere utilizzati per implementare un sistema d'allarme.

 

Tutti i modelli di telecontrollo sono dotati di ingressi audio, per il collegamento di microfoni e sistemi viva-voce esterni; i modelli compact-alarm e big-compact relè-usb sono dotati di una interfaccia audio completa e supportano anche la connessione di un piccolo altoparlante.

 

La documentazione pdf di ogni scheda è pubblicata sul sito e liberamente accessibile, cliccando sul link posto sulla destra di ogni pagina.

Alla pagina degli accessori, un'ampia scelta di modelli di schede relè ed altri accessori utili da utilizzare con i telecontrolli gsm/gprs.

 

 

I telecontrolli gsm costituiscono l'interfaccia basilare ed essenziale per lo sviluppo dei sistemi più disparati:

 

  • Domotica - collegando ad esempio un attuatore (relè o triac) ad una uscita digitale, è possibile realizzare semplici ed economici sistemi di domotica, per l’azionamento (accensione/spegnimento) a distanza di elettrodomestici o apparecchiature elettriche/elettroniche in ambiente domestico. Abbinandone l’uso con sistemi ad onde convogliate, la domotica si estende ad ambiti più ampi (ville, aziende, uffici...);

  • Automazione industriale – il principio è quello di applicare i moduli sms ad una sezione di potenza per controllare macchine ed impianti produttivi, rilevandone a distanza i parametri di funzionamento e  svincolando o limitando la necessità della presenza umana;

  • Sicurezza e sorveglianza - alcune versioni sono dotate di ingressi ADC a cui è possibile collegare sensori di vario tipo. Così, utilizzando sensori volumetrici o ad infrarosso, è possibile realizzare antifurti e sistemi d’allarme oppure, con l’uso di rilevatori di temperatura, gas, etc. creare sistemi per la sicurezza domestica ed ambientale. Un sms viene inviato automaticamente dal modulo sms al verificarsi di un evento inatteso, in caso di intrusione, se la temperatura di un ambiente supera una soglia (principio d’incendio), se in ambito domestico viene rilevata una concentrazione di gas superiore ad una certa soglia,...

  • Innovazione di prodotti tradizionali cominciano ad essere già una realtà. E’nota ad esempio una marca di condizionatori impostabile a distanza mediante sms, si diffondono nei condomini ascensori in grado di chiamare telefonicamente la centrale soccorso in caso di blocco... Qualsiasi apparecchiatura può essere innovata aggiungendo un modulo sms. I distributori di bevande (vending machines) ad esempio, potrebbero automaticamente avvisare in centrale quando esauriscono zucchero e caffè oppure avvisare la manutenzione se si guasta la pompa dell’acqua;

  • Sistemi di tele-lettura - la possibilità di leggere dati a distanza consente l’uso dei moduli sms in siti lontani e/o poco accessibili, per il monitoraggio di valori ambientali (controllo del livello idrico ad esempio), o per il monitoraggio di ambienti ostili (in presenza di radiazioni, agenti chimici...), particolarmente apprezzabile in campo industriale.

 

Un esempio di applicazione dei moduli sms è la multipresa sms, un ottimo esempio di come sfruttare le uscite digitali e le funzioni predefinite dei moduli sms, realizzabile seguendo le istruzioni della sezione fai-da-te.